Disabile non ammesso agli esami di maturità per un cavillo tecnico

Per saperne di più http://www.associazioneabc.it/index_flash.html

top_logo

Vallo della Lucania: il padre ricorre al Tar

Disabile non ammesso agli esami di maturità per un cavillo tecnico

VALLO DELLA LUCANIA – Non ammesso agli esami. Respinto per aver seguito un percorso didattico troppo distante dai programmi mi­nisteriali. È in sostanza la motivazio­ne con cui è stato escluso dalle pro­ve di maturità un ragazzo disabile iscritto allIstituto distruzione Su­periore "Parmenide" di Vallo della Lucania, classe V sezione Scienze Sociali. Aniello, ventanni, cerebrole­so dalla nascita,non ha potuto acce­dere allesame di maturità per un mero tecnicismo. Nel verbale del consiglio di classe del 6 giugno 2007 firmato dal preside dellistituto, è precisato: «Non ammesso perché ha seguito un percorso didattico dif­ferenziato che si è scostato nel cor­so degli anni notevolmente dai pro­grammi ministeriali e perché allo stesso non è stato mai attribuito il credito scolastico». Ma il genitore del ragazzo non ci sta, reclama per suo figlio e per quanti si trovino nel­la stessa condizione la possibilità di sostenere lesame di maturità. «An­che gli alunni portatori di handicap – fa notare Aldo Tambasco, padre di Aniello e presidente dellAbc (Asso­ciazione bambini cerebrolesi) Cam­pania – in considerazione del Percor­so educativo individuale, avrebbero diritto a sostenere gli esami, ovvia­mente con una commissione specia­le, tutor o insegnanti di sostegno e lutilizzo dei metodi della comunica­zione facilitata»". E così Tambasco, proprio nellanno Europeo dedicato alle Pari Opportunità, promette bat­taglia. Ha illustrato il caso allUfficio scolastico regionale e al sottosegre­tario allhandicap del Ministero del­lIstruzione, chiesto parere allo Snals e, in ultimo, è pronto al ricor­so al Tar nonostante i chiarimenti del preside del Parmenide, Giovan­ni Carro. "Non avendo attribuito al­cun credito scolastico, necessario per accedere agli esami, per nessu­no degli anni precedenti – spiega il dirigente scolastico – il consiglio di classe ha dovuto determinare la non ammissione del ragazzo».
B.R.

Corriere del mezzogiorno di martedì 3 luglio 2007


<!–

–>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...