nuovo sistema per smaltire rifiuti

Il Cnr ha messo a punto un nuovo sistema per smaltire i rifiuti urbani. Primo impianto in Sicilia
info

<!–

–>

Annunci

La vera storia del cranio di Pulcinella

La vera storia del cranio di Pulcinella

Può il luogo fisico sconvolgere la nostra vita e condizionare in modo decisivo il nostro carattere e il nostro modo di essere?. Se lo sono chiesti in tanti. Una possibile risposta ce la dà Dario David

Con la vera storia del cranio di pulcinella

Qui il blog dellautore

<!–

–>

IL PRESIDENTE DEL PARCO RIMETTE IL MANDATO AL NUOVO MINISTRO DELLAMBIENTE

viso  

Il professor Domenico De Masi ha rimesso il mandato di Presidente del Parco Nazionale del Cilento con una lettera al Ministro per l´Ambiente Stefania Prestigiacomo. De Masi, presidente della Fondazione Ravello, che organizza il Ravello Festival, la manifestazione, che porta la maggior parte degli eventi in Costiera Amalfitana, che da prestigio alla Campania, è stato nominato alla presidenza del Parco del Cilento dal precedente Governo, la nomina, però, non è legata al Governo in carica, ciò nonostante De Masi ha preferito richiedere conferma sulla nomina al nuovo Ministro in carica. 


continua

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/17090102&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/17090102&quot;
dc:title="IL PRESIDENTE DEL PARCO RIMETTE IL MANDATO AL NUOVO MINISTRO DELLAMBIENTE”
dc:subject=”ambiente, cilento, parco cilento”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/17090102&#8243; />

–>

page plus ottimo per impaginare

Page plus é un programma ottimo per impaginare e raccogliere file diversi tipo testo, immagini e grafiche vettoriali. unito con il programma pdf creator si possono creare libri e presentazioni in pdf . inoltre sono tutti e due gratuiti il che non guasta
<!–

–>

odissea virtuale su second life

odissea

Odissea virtuale

A più di tremila anni di distanza continua ad esercitare una presa potente sull’immaginazione l’Odissea, con il suo eroe moderno per eccellenza, avventuroso e scaltro, ricco di contraddizioni e sfumature.


Le splendide voci dell’Ulisse di Tommaso Fichele e della Penelope di Brunella Platania, già protagonista di Tosca amore disperato di Lucio Dalla, sono un assaggio di quel che sarà il musical Odissea, dei fratelli salernitani Marco e Massimo Greco. Si prova nel Teatro delle Arti di Salerno. Il debutto è previsto a luglio nell’area archeologica di Paestum.


Continua


informazioni

<!–

–>

bandiere blu 2008 salernitane

bandiera-blu

Agropoli-Trentova-San Marco, Castellabate, Montecorice/Agnone- Agnone-Capitello, Acciaroli-Pioppi di Pollica, Ascea-Marina Velia-Petroso/Scogliera, Pisciotta-La Gabella-Pietracciaio Acquabianca, Centola-Palinuro-Baia della Molpa, Vibonati-Villammare, Sapri e Positano


Queste sono località salernitane che hanno meritato le Bandiere Blu 2008.

Le Bandiere Blu 2008 sono state assegnate dalla Fee (la Fondazione per leducazione ambientale) in collaborazione con Cobat (Consorzio Obbligatorio per la raccolta delle batterie esauste) ai comuni rivieraschi e agli approdi turistici.

Istituita nel 1987, anno europeo per lambiente, la Campagna è curata nei vari Paesi dalla FEE, Foundation for Environmental Education. La Bandiera Blu delle spiagge si assegna per: qualita delle acque, qualita della costa, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale. La Bandiera Blu degli approdi turistici si assegna per: qualita dellapprodo, servizi e misure di sicurezza, educazione ambientale ed informazioni.

Maggior informazioni

<!–

–>

storie di cilentani

Novi Velia veduta

Storie di cilentani









A Volte ritornano ma non sanno interpretare più i segni dei loro paesi, sono gli emigranti della terra di nessuno. Questa è una storia di quelle da ricordare.

Questa storia ha a che vedere con un ragazzo nato povero a Novi Velia, paesino del Cilento arroccato su uno sperone del monte Gelbison. Orfano a 15 anni di entrambi i genitori, Angelo Guzzo viene allevato da uno zio. Il suo destino è segnato. Farà il pastore, come suo padre, oppure il contadino. E invece no.

Impuntandosi come un vitellino sulla soglia del macello a 18 anni parte. Va a fare l operaio in una fabbrica svizzera, tra lo stridore di torni e l assordo di lamiere battute. Poi si trasferisce a Ravensburg, in Germania. Ma la lingua tedesca è ostica per lui: non riesce ad ambientarsi. Mentre fa il "gastarbeiter", l emigrante, Angelo sente dire che il Canada cerca manodopera specializzata. Con pochi risparmi, nel 1967 acquista il biglietto e vola a Montreal.

continua

<!–

–>