Ipertensione? No grazie, siamo cilentani.

07_01

Ipertensione? No grazie, siamo cilentani.


Ci sono segreti nei patrimoni genetici dei piccoli mondi delle comunità più isolate dItalia che, se svelati, possono rivelare la strada per combattere alcune delle malattie più comuni, ma allo stesso tempo più difficili da debellare.



Continua

approfondimenti

Il giornale delluniversità di Oxford Human Molecolar Genetics si interessa di genetica molecolare dove è stato pubblicato il risultato della ricerca nei Comuni cilentani. Questo è larticolo in inglese

<!–

–>

libri segnalati

IMG_0085

Segnalazioni culturali

Vorrei segnalare il libro

Cilentanità. La ricerca dellidentità cilentana nelle storie e racconti di vita vissuta

Di Pasquale Martucci dellEdizione Arci Postiglione

Questo libro è la ricerca della cilentanità, attraverso le storie di vita narrate da uomini e donne. Uomini e donne che una un forte senso di comunità

Comunità segnate dall’appartenenza alla cultura popolare, alla vita della gente semplice che ha lavorato e vissuto cercando e rinsaldando i legami familiari, parentali ed amicali. Comunità che dalla sofferenza hanno tratto motivo di solidità: si sono affermate dando spazio a uomini e donne che hanno sempre rispettato la loro comune appartenenza.

Nel territorio cilentano queste comunità si caratterizzano per una forte identità territoriale che alcuni chiamano cilentanità.


Alcuni protagonisti di questo volume parlano rapportandosi al contesto, altri si rivolgono ai temi di una cultura materiale. Infine, c’è chi si sofferma sulle forme di un linguaggio fatto di cose dette e non dette, palesate o solo accennate, di gesti e di espressioni caratteristici di questa terra.

La pubblicazione è suddivisa in due parti: la prima indaga sul termine cilentanità, sul suo rapporto con il territorio e i legami comunitari, sugli esempi che tengono unite le vite dei cilentani; la seconda, che vede l’autore in continuo dialogo con i protagonisti, si sofferma sulla vita contadina, sui ruoli e i rapporti sociali, sulle espressioni e i comportamenti delle persone che vivono in questo territorio.

<!–

–>

Valle dellAngelo: TROPPI CERVI E CINGHIALI,

13fa_fs











 


Foto di P. Varuzza e G. Capozzoli geographica-wildlifephoto

Una situazione diventata insostenibile. La presenza eccessiva di cinghiali, lupi e cervi nel Cilento sta danneggiando in modo consistente le colture agricole. Alcuni abitanti del piccolo borgo rurale di Pruno, frazione di Valle dell’Angelo per precauzione sono stati costretti ad abbandonare le loro case.


continua

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/18174727&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/18174727&quot;
dc:title="Valle dellAngelo: TROPPI CERVI E CINGHIALI,”
dc:subject=”ambiente, biodiversit?, cilento, parco cilento, agricoltura cilento, fiume calore”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/18174727&#8243; />

–>

Al lupo, al lupo

15fa_fs

(Foto di P. Varuzza e G. Capozzoli  geographica-wildlifephoto)

Questa è una storia vera, una storia che non ha un lieto fine, come tutte le storie vere.

In una terra di Briganti è una storia di Briganti dove però non ci sono briganti con i fucili ma armati di altro (decidete voi cosa).

Questa è una storia di animali, dove però il più feroce non si considera tale, dove la bontà arriva ma a vincere è lanimale che alberga in noi, Questa è la Storia di un Parco che non ha mai trovato il suo spirito e forse mai lo troverà, è la storia di uomini, che combattono per degli ideali, ma che sono sconfitti da altri uomini che corrono per il progresso senza sapere bene che cosa è (dove andava lautista, aveva il cellulare acceso, ascoltava musica, aveva la macchina nuova ha capito cosa aveva davanti, di dove era e soprattutto in che stato danimo stava). E una storia forse minore di una Italia minore che non trova spazio nei giornali ma forse nel suo piccolo non è solo una storia ma un intera vita che muore.



Comunicato ansa


LUPO MORTO IN CILENTO,FORSE QUELLO SALVATO DA FIAMME IN 2007


(ANSA) – SAN RUFO, 21 AGO – Un esemplare femmina di lupo e stato trovato morto oggi sulla strada statale 166 del Passo della Sentinella, nel territorio comunale di San Rufo, nellarea protetta del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano in provincia di Salerno. Molto probabilmente e stato investito da unauto. Lanimale, di circa 16 mesi di eta, potrebbe essere lo stesso che un anno fa venne salvato da un incendio grazie allintervento di una 23enne di Petina, in provincia di Salerno. Il lupo aveva infatti un radiocollare che verra esaminato domani per appurare se si tratti dello stesso esemplare. Lo scorso settembre, infatti, Giovanna Pesce, 23enne di Petina, riusci a salvare da un incendio un esemplare femmina di lupo di razza appenninica, che venne poi battezzato Petina e venne successivamente liberato con al collo, appunto, un radiocollare.



<!–

–>

Cilentani doc

giuseppe de vita

Cilentani doc


Per la serie cilentani doc ovvero persone nate o cresciute nel Cilento che con le loro opere donano lustro alla Terra al di là dellAlento, segnaliamo un poeta che scrive in dialetto Cilentano: Giuseppe De Vita.. .

Nato nel Cilento attualmente è un alto funzionario della regione Basilicata e ricercatore presso luniversità di agraria.

Ha pubblicato:

* "…cche ssì Ciliento mia!" – Edizioni del Cilento – Moio della Civitella (SA) – 1998;

* "Orla mari" – Edizioni del Cilento – Moio della Civitella (SA) – 2000..


Frequentemente segnalato per la sua attività poetica ha vinto:

* primo premio "Città di Bitonto – anno 2002" – III concorso nazionale di poesia dialettale;

  • primo premio "Castagna doro – Città di Roccamonfina – anno 2002" – Concorso poesia dialettale.

Per visitare il suo sito e godere delle sue meravigliose strofe questa è la via

<!–

–>

Redditi 2007 provincia di Salerno: comuni del Cilento

soldi


Il Sole 24 ore giornale di confindustria ha stilato la classifica e { size: 21cm 29.7cm; margin: 2cm }
P { margin-bottom: 0.21cm }
–>

dei redditi degli italiani al 2007 rispetto ai redditi del 1999.

 

Interessanti i risultati: la ricchezza si concentra in Italia nel Nord-Ovest del paese e in particolare in Lombardia e in Valle dAosta.

IN Lombardia si ha un reddito per contribuente medio di 20.000 euro

Analizziamo i risultati nel Cilento e nella provincia di Salerno, la provincia di Salerno conta 158 comuni.

Al primo posto cè Salerno città con 17.831 euro procapite. La divisione per numero di comuni  redditi e la seguente:

reddito numero di comuni
tra i 18.000 e i 12.000 14
tra i 12.000 e i 10.000 28
tra i 10.000 e 8.000 50
Tra 8.000 e 6.000 56
Da 6.000 in giù 10
 

Abbiamo Vallo della Lucania con 14.204 euro procapite di reddito seguito Sapri con  13.160 euro e  Agropoli con 12.865 euro. Da notare il folto numero di comuni che dichiarano da 8.000 a 6.000 euro di reddito annui per contribuente per esattezza 56 comuni su 158 della provincia di Salerno, nellultima fascia meno di 6.000 euro sono 10 comuni con un reddito  inferiore a 6.000 euro allanno vuol dire meno di 500 euro al mese.


Tra i comuni cilentani che hanno tra 11.000 e 6.000 euro di reddito spiccano:

Cuccaro Vetere (10.285), Ascea (10.037), Ogliastro Cilento (10.035), Pollica, Laurito e Torre Orsaia si situano in torno ai 9.900 euro, mentre Casalvelino Castellabate Pertosa e Pisciotta si orientano intorno ai 9.000 euro, Stio Cilento, Ceraso e Rutino sono intorno agli 8.000 euro, con 7.000 euro annui ricordiamo Campora Perdifumo, Cannalonga, al di sotto dei 6.000 euro abbiamo i comuni di Morigerati(6.265) , Rofrano, Casaletto Spartano(5.567).


Ultima annotazione il reddito medio nella provincia di Salerno è di 8.829 euro e su 158 comuni 116 vivono con meno di 10.000 euro procapite di reddito ovvero con un reddito mensile di circa 800,00 euro (il 73 per cento degli abitanti dei i comuni salernitani dichiara meno di 10.000 euro annui).


Paragonati ai comuni di Ayas (Aosta) con 66.000 euro annui, Basiglio e Cusano milanese (Milano) rispettivamente con 45.732, e 36.914 euro di reddito procapite a testa una miseria.

(elaborazione su dati sole 24 ore consultati giorni 21 luglio 2008 dalla redazione di nunziodigitale)


qui lelenco completo della provincia di Salernoredditi salerno

<!–

–>

Novi Velia stage di tarantella cilentana

Novi Velia veduta

In occasione della X Edizione del Festival Antichi Suoni a Novi Velia   la Compagnia Balletto Popolare Presenta "Stage di tarantelle cilentane"

le lezioni si terrano i giorni 29-30-31 Agosto 2008 presso Vecchio Mulino a Novi Velia (Sa)


continua


Levento coreutico è stato organizzato da:

Roberta Parravano (danzatrice e ricerca etno-coreutica)

Tullia Conte (danzatrice e ricerca etno-coreutica)

Pina Speranza (canto e danza)

<!–

–>