Vallo: ottava edizione di finestra jazz

Finestra_jazz_logo

La rassegna internazionale “Finestra jazz”, alla sua ottava edizione, torna dal 29 al 31 agosto a Vallo della Lucania. Location delle emozioni di fine estate sarà la suggestiva piazza Santa Caterina.

Le tre serate vedranno susseguirsi sul palco The GrandMothers (Re-Invented) sabato 29 agosto, il Giulio Martino trio feat. Francesco Nastro domenica 30 agosto e Manomanouche Quartet lunedì 31 agosto.

L’evento è il risultato degli sforzi organizzativi del settore politiche turistico-culturali del Comune di Vallo della Lucania e dell’Associazione Finestra Jazz, con un forte partenariato istituzionale che ha offerto il patrocinio e il contributo, ed include Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano, comunità montana Gelbison Cervati, Provincia di Salerno, Regione Campania.



Ideata e realizzata per la prima volta nel 2001, “Finestra jazz” ha ospitato a Vallo della Lucania vere e proprie leggende viventi del jazz, come Hal Singer, Bobby Durham, Benny Golson, Steve Grossmann, Rick Margitza, Renato Sellani, Anne Ducros, Enrico Pieranunzi, Franco Cerri, Danilo Rea, Roberto Gatto, Flavio Boltro, Lino Patruno, Giorgio Rosciglione, Dario Deidda, Massimo Moriconi, Ares Tavolazzi.


«Consapevoli del valore aggiunto che un lavoro di rete può conferire alle singole programmazioni afferenti ad un medesimo genere – prosegue Maria Rosaria Nese, consigliere delegato ed ideatrice dell’evento – è stato creato un calendario unico delle manifestazioni che ha il doppio merito di evitare sovrapposizioni di calendario e ingenerare, di converso, effetti di economie di scala e di scambio di visibilità. Una novità di valenza strategica negli scenari regionali dell’organizzazione di eventi».


Continua

<!–

–>

Monte Cervati: primo meeting del Cervati

cervati

Domenica 23 agosto sulla vetta più alta della Campania il Cervati si terrà la prima edizione del “Meeting del Cervati”.

Tema della kermesse la tradizione, la natura, le escursioni, la gastronomia, le favole e la cultura. A quota 2.000 si discuterà di protezione ambientale, della salvaguardia del patrimonio esistente, della valorizzazione della risorse montane, del contesto locale e dellimportanza dellAppennino meridionale.

Allincontro seguiranno escursioni guidate allinghiottitoio di Vallivona uno dei fenomeni carsici più importanti del meridione dItalia , e si potranno visitare stand espositivi sulle tradizioni e mestieri dellappennino meridionale come la raccolta e la lavorazione della lavanda, la lavorazione nella carbonai e la lavorazione dei formaggi di alpeggio.

<!–

–>

rapporto Svimez: zone del cilento potenziali ma inespresse

 In base a una serie di indicatori individuati dalla Svimez per classificare i distretti, la regione Campania si divide in zone con caratteristiche economiche e sociali molto diverse, con aree di crisi più o meno forte che convivono accanto a zone di eccellenza.

Con i suoi oltre 2milioni 200mila abitanti, Napoli è unarea in forte crisi, che traina negativamente tutta la regione. In crisi, caratterizzate da redditi modesti, poche aziende, scarsa offerta di lavoro anche Teano, Castellammare di Stabia, Aversa, Torre del Greco, Lauro, Caserta, Nola, Nocera Inferiore. Accanto, le aree dinamiche, di eccellenza, in crescita, più ricche, con una forte capacità attrattiva, a vocazione soprattutto turistica, come Apice, Ischia, Forio, Sorrento, che non riescono a coinvolgere completamente altre zone con la stessa vocazione, come ad esempio Piedimonte Maltese, Sessa Aurunca, Montesarchio,SantAgata dei Goti, Telese Terme, Agropoli, Amalfi, Camerota, Capaccio, Castellabate, Cava dei Tirreni, Maiori, Sala Consilina, Sapri, Sarno, Teggiano, Vallo della Lucania. Zone, queste, di significative potenzialità turistiche che non riescono però a sfociare in livelli di reddito e occupazione superiori alla media.

Continua

maggiori informazioni

vedi anche qui

<!–

–>

Maratea Pisciotta a Nuoto

P1010009v

Nei giorni in cui l’attenzione degli appassionati degli sport d’acqua è concentrata sui mondiali di Roma e sulle imprese degli atleti azzurri, gli amatori del nuoto lanciano nuove sfide lungo le coste italiane. Tra queste va annoverata la Maratona di Nuoto Maratea – Marina di Pisciotta sulla distanza di 50 km, che si terra il 5 e il 6 agosto. La prova sarà sostenuta in solitaria dall’atleta Carmine Montuori che nuoterà con i colori del Salaria Sport Village Roma nello splendido tratto costiero fra Maratea (Acquafredda) e Marina di Pisciotta, doppiando Punta Infreschi e Capo Palinuro. Di rilevanza sportiva internazionale, questa prova in acque libere sulla distanza dei 50 km è resa particolarmente impegnativa dalle correnti e dai venti che spireranno in prevalenza da ovest. Il tratto più difficile e certo il più suggestivo sarà il passaggio notturno fra Scario e Marina di Camerota nel plenilunio d’agosto. All’alba il nuotatore doppierà Capo Palinuro e poi finalmente l’ultimo sforzo verso Marina di Pisciotta, con arrivo previsto intorno alle 11:30 dopo venti ore di nuoto. Ingegnere elettronico, 55 anni, Carmine Montuori è tesserato FIN nella categoria Master ed è stato protagonista negli anni scorsi delle nuotate da Palinuro a Pisciotta, per passare alla traversata Acciaroli-Pisciotta di 25 Km, fino alla faticosissima 27 km della Camerota-Pisciotta nel 2007 avversata da una forte mareggiata di maestrale. Lo staff tecnico e i medici seguiranno l’atleta a bordo della Jutta, sloop classe show 29 dei cantieri Barberis, con al timone Pino Veneroso, il navigatore transoceanico che con la stessa barca ha raggiunto a vela Montevideo nel 2003.

Continua

<!–

–>

Locale storico del Cilento: la chioccia doro

dsc_7408

Si chiama Positano, è il titolare del locale tradizionale e storico deccellenza dellinterno del Cilento, la Chioccia Doro, non siamo in costiera amalfitana, ma qui la bellezza è straordinaria comunque e se trovi un posto deccellenza dove stare bene.

Giovanni Positano e la chioccia doro, si vede che nome, dalla bellezza della costa d Amalfi, a quella del Cilento interno, lingresso del ristorante, posto sulla strada che porta allo storico e noto santuario della Vergine del Gelbison, cè la spiegazione, vergata dallantico parroco di Novi Velia, il veneto don Carlo Zennaro, che riporta la leggenda della Chioccia dOro. «Ciò è dovuto al fatto che dallaltra parte della strada, cè un enorme masso di pietra arenaria, a petra re correnti. Narra il racconto che in una fessura della pietra ci fosse una gallina con i pulcini doro».

C7P Chioccia di Teodolinda

È la leggenda di Teodolinda, regina dei Longobardi. Nel loro tesoro cè un piatto con la chioccia e i pulcini sbalzati in oro e argento, in quello di Giovanni Positano, patron della "Chioccia dOro", dal primo al tredici di agosto, tutte le sere, ci sarà lesaltazione della cucina tipica Cilentana. È fatta di elementi semplici e locali che, con una giusta e sapiente elaborazione, vengono a divenire indimenticabili momenti di gioia per il palato.


Capicollo e mozzarella re mortella, cavatielli al ragù cilentano, braciola nel ragù e patate arreganate, anguria, cannoli cilentani alla crema e, naturalmente, ottimo vino locale. Elementi genuini per celebrare la festa dei trentanni di attività di un cuoco e ristoratore che, partendo dagli elementi base della cucina contadina, è diventato ambasciatore della tradizione del Cilento in tutta Italia. Sfruttando il suo amore per la musica, Giovanni ha invitato nella sua terra numerosi artisti, gli stessi che annualmente incontra al Festival di Sanremo. Appena entrati nel locale, infatti, basta guardare alla parete e trovare centinaia di foto che, da Al Bano a Giorgia alla Mannoia, posano con lo chef Giovanni.


Continua

maggiori informazioni

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/21076109&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/21076109&quot;
dc:title="Locale storico del Cilento: la chioccia doro”
dc:subject=”cilento, cultura contadina, parco cilento, artista cilentano, novi velia, cilentanit?, scienza del buon vivere, blog cilentano, cucina cilentana, economia – articoli”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/21076109&#8243; />

–>