Tristi figuri si aggirano

 Ne succedono di tutti i colori nella terra dei Tristi Figuri, terra di confine tra mondi lontanissimi, incomunicabili e ostili, terra ove nei secoli passati le guerre incominciate in altri luoghi si sono protratte per decine di anni dopo i trattati di pace. Oggi non ci sono più le guerre con le armi ma dispute verbali, o lungaggini e pericolose derive di potere amministrativo.

Come per esempio l'odissea di un nostro caro amico che ha dovuto rifare la fotografia da apporre sulla carta di identità perchè il fondo della piccola fotografia non era esclusivamente bianco. O come la brillante idea di mantenere gli uffici periferici delle finanze ma di fatto spostare le comunicazioni con il pubblico a Salerno per tutte le pratiche di una certa importanza (quasi il 90 per cento del lavoro).

Così costi e tempi raddoppiati per semplici comunicazioni con la Pubblica amministrazione. Alla faccia della semplificazione e del dialogo con il cittadino. Centocinquanta anni di onesto lavoro per diventare “cittadino” buttati al vento. Nella Terra dei Tristi Figuri si aggirano strani personaggi….. il confine come duecento anni fa è sempre il fiume Sele. Si consiglia caldamente di fare testamento e di girare con la scorta, possibilmente no di notte e …attenti ai briganti.  

<!–

–>

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...