LItalia dai mille volti: viva lItalia

 

>

p { margin-bottom: 0.21cm; }

 

 

Il guizzo di un guitto frusta l’Italia. Una Italia minorenne che ancora litiga come all’asilo.

Questo è quello che appare dall’intervento di Benigni alla festa della canzone italiana.

Il nostro ci ricorda che abbiamo perso il vero modello di vita quando i nostri nonni si sono sacrificato per noi, una lectio la sua, tra storia filologia e attualità quella del premio oscar prestigiosa e memorabile.

il Nostro continua in un crescendo di frasi conosciute, ma oramai dimenticate, più argute di un professore evidenziando come in Italia sia nata prima

 

 la Cultura e poi la Nazione,  

 

dove l’esperienza più importante che l’estero ci invidia è

 

l’allegria concetto intraducibile all’estero

 

ricordandoci che viviamo in un

 

paese memorabile

 

dove ii nostri avi si sono sacrificati con il motto

 

morire per la Patria per farci vivere la Patria

 

il finale è stato plateale.

 

Un finale

 

che è iniziato così:


p { margin-bottom: 0.21cm; }

Fratelli d’Italia

L’Italia s’è desta,

Dell’elmo di Scipio

S’è cinta la testa.

Dov’è la Vittoria?

Le porga la chioma,

Ché schiava di Roma

Iddio la creò.

Stringiamci a coorte

Siam pronti alla morte

L’Italia chiamò.

 

<!–

–>

Annunci

One Reply to “LItalia dai mille volti: viva lItalia”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...