Multimedia

E’ difficile comprendere Le difficoltà che dobbiamo superare noi antichi fruitori delle tecnologie.
Persone abituate ad utilizzare mezzi antichi.
Oggi le tecniche sono moderne, i modi di pensare no
Come scriveva Mcluhan il mezzo cui influenza

Questo post e’ stato scritto con il tablet
L’influenza e’ massima

giornata del software libero

ubuntu-logo

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Linux Day
giornata nazionale di promozione di GNU/Linux e del software libero.

23 ottobre 2010
in tutta Italia

 

 

io utilizzo ubuntu versione linux per neofiti

 

un motivo per passare a Linux?

eccolo

Perché Windows rallenta giorno dopo giorno?

 

Windows ha delle falle di progettazione, alla base, che lo rendono più lento giorno dopo giorno e poco longevo. Avrai probabilmente sentito qualcuno dire "Il computer è diventato lentissimo, devo reinstallare Windows". Reinstallare Windows risolverà sicuramente il problema… fino alla prossima volta.

Penserai, probabilmente, che questo è il modo in cui funzionano i computer e che, magari, dispongono di tecnologia fresca, ma non molto stabile. Bene, prova Linux e rimarrai sorpreso. Il tuo sistema sarà veloce e scattante come il primo giorno in cui l'hai installato.

Diverse persone sono passate a Linux, mantenendo Windows sul loro hard disk, perché avevano bisogno di alcuni programmi cui erano affezionati. Quindi avrebbero potuto usare entrambi i sistemi. Dal giorno del passaggio molti di loro hanno reinstallato Windows diverse volte, invece, Linux non li ha mai abbandonati, continuando a funzionare perfettamente. Alla fine una buona percentuale di queste persone, non potendone più, ha disinstallato definitivamente Windows per utilizzare esclusivamente Linux.

 

Con Linux spenderai tempo solo per lavorarci, piuttosto che per reinstallarlo ogni volta.

<!–

–>

le-learning stenta a decollare

http://link.rai.it/x/vod/tgr/clip_neapolis/08dic/asx/200812191110-tgrd0pp-avanti_piano.asx

Gli iscritti ai corsi di laurea a distanza offerti dagli atenei italiani sono in aumento, eppure il fenomeno dell’e-learnig stenta a decollare.


Lo sostiene il consorzio Omniacom, che ha presentato a Roma un rapporto sulle lauree a distanza per l’anno accademico 2007/2008. Sono diversi i fattori che frenano lo sviluppo della formazione universitaria online. Primo tra tutti l’accesso a internet e alla banda larga, che in Italia resta ancora al di sotto della media europea. Un dato sorprendente, invece, è che a offrire insegnamenti a distanza sono per l’80 per cento le università tradizionali, e non quelle telematiche.(Marcello Giacomantonio, Omniacom). Le classi di laurea con il maggior numero di iscritti sono quelle politico-sociali, seguite da quelle ingegneristiche. Diminuiscono le matricole mentre crescono gli studenti che abbandonano i piani di studio tradizionali. Resta poi un problema da risolvere, quello di come sostenere gli esami di un corso seguito a distanza. (Marcello Giacomantonio, Omniacom)


maggiori informazioni

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/19382036&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/19382036&quot;
dc:title="le-learning stenta a decollare”
dc:subject=”rivoluzione digitale, apprendimento a distanza, nuove tecnologia”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/19382036&#8243; />

–>

università Salerno: nuova piattaforma didattica a distanza

http://link.rai.it/x/vod/tgr/clip_neapolis/08mag/asx/200805221246-tgrd0pp-web_teacher.asx

A Salerno è stata lanciata sul mercato, in questi giorni,  la nuova versione del software   Intelligent Web Teacher, una piattaforma didattica a distanza, particolarmente innovativa per tecnologia e soluzioni metodologiche adottate, in grado di adeguarsi allo stile e alla capacità di apprendimento di chi la utilizza.

 

continua

 

<!–

–>

le-learning

elearning

Oggi ho avuto uno scambio di opinioni con una persona sullo uso di internet per lapprendimento a distanza.

Sono stato accusato di essere un uomo virtuale e di non sapere stare nella società normale. La prima preoccupazione delle persone che conoscono poco internet e le-learning è la mancanza di un certo potere e di ruolo. Le persone interpellate hanno paura di essere superate o oltrepassate di non poter più contare, di avere una democrazia negativa per il loro ruolo in società.

Le persone che conoscono poco internet hanno paura per il loro lavoro per il loro avvenire. Si ha paura del ruolo non identificabile, spogliato di tutta la corazza che ci rivestiamo tutti i giorni. Tutto il contrario invece forti sono le possibilità di riuscita soprattutto se lapprendimento viene fatto con coscienza e professionalità.

Le-learning non è la panacea di tutti i mali ma può risolvere molti problemi logistici e di apprendimento, soprattutto per quelle persone che non hanno la possibilità di frequentare corsi regolari e in presenza

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/16767286&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/16767286&quot;
dc:title="le-learning”
dc:subject=”apprendimento a distanza”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/16767286&#8243; />

–>