In giro per il Cilento…….

Agropoli

Sono ancora molti quelli che non conoscono il parco del Cilento e tutta la zona che va da Agropoli a Sapri. Una zona di mare ma anche di monti, dove il parco naturale del Cilento e Vallo di Diano dominano lo scenario. Un verde intenso fatto di Ulivi ma anche di macchia mediterranea. Ideale per chi cerca vacanze rurali a contatto con la natura, alla scoperta dei prodotti tipici della zona. Ma lo scenario marino non è da meno. Suggeriamo un soggiorno nei mesi di giugno e di luglio quando la calca e il turismo di massa non c'è.

ascea

Così potrete visitare Ascea, Acciaroli, Pisciotta, Palinuro, Marina di Camerota, Scario, Sapri e il Golfo di Policastro. Posti tutti molto diversi tra loro, in cui scogli e insenature, spiagge, porticcioli e paesini fanno da sfondo ad un mare bello, intenso, pulito. Potrete visitare le Grotte intorno Capo Palinuro, raggiungere il faro e soffermarvi a contemplare scenari davvero stupendi. Oppure attestarvi sulle larghe spiagge di Marina di Camerota. Buona cucina e prodotti tipici faranno il resto, conquistandovi anche dal punto di vista culinario. Alberghi, villaggi, campeggi e bed & breakfast sono pronti ad ospitarvi e ad offrire qualunque soluzione in linea con le vostre tasche e le vostre esigenze. Per il resto girate, girate e girate.

pollica

Il Cilento non sarà la Sardegna, non ci sarà l'organizzazione di Porto Cervo, ma forse sono proprio questi ritmi lenti e questi paesi ancora autentici e rurali che conferiscono al Cilento una bellezza tutta particolare. Sicuramente per gli amanti della movida non è proprio il posto ideale, almeno sino alla prima settimana di Agosto. Ma se volete trascorrere qualche serata per locali, anche qui potete scegliere tra il porticciolo di Scario piuttosto che i negozietti di Marina di Camerota, sino alla cittadina di Sapri, vero punto di riferimento della zona, con piazze, concerti ed un vero lungomare.

<!–

–>

Annunci

la realtà non la devi vedere con i sensi ma con il pensiero

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

 

Si è svolta sabato 2 aprile, presso la Fondazione Alario per Elea-Velia ad Ascea, una conferenza d’autore curata dal prof. Giovanni Reale, docente all’Università San Raffaele di Milano, su “Parmenide e la svolta epocale del pensiero occidentale”.
La conferenza ha rappresentato l’ultima tappa del ciclo filosofico “Le capitali del pensiero antico nell’Italia meridionale”, un progetto ideato dal prof. Remo Bodei, docente di filosofia all’UCLA di Los Angeles, e organizzato dalla Fondazione culturale genovese Edoardo Garrone. L’iniziativa ha visto coinvolte alcune città della Magna Grecia, legate ad alcuni fra i pensatori più notevoli dell’antichità, tra cui appunto Ascea, patria di Parmenide. Alla conferenza hanno partecipato il prof. Pasquale Persico, presidente della Fondazione Alario, il dr Stefano Termanini, in qualità di rappresentante della Fondazione Garrone, e il dr Mario Rizzo, sindaco di Ascea.

 

La novità più grande della filosofia del pensatore di Elea, spiega il prof. Reale, è riassumibile nella famosa legge “l’essere è e non può non essere, il non essere non è e non può essere”: non esiste passato, né futuro, ma tutto è essere e il divenire scompare! Di conseguenza, non può esserci il nascere, né il morire: “nascita e morte sono cacciate lontane e respinte dalla via della certezza”… Noi siamo nell’essere e “le cose che appaiono bisogna che siano tutte in ogni senso”!

 

Da qui, lo stesso è il pensare e l’essere: il non pensare non è il pensare il nulla, ma qualche cosa che è… L’essere è il pensare!


maggiori informazioni

 

ne abbiamo già parlato

qui

qui

<!–

–>

Festival della filosofia in Magna Graecia 2010

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Dal 20 al 22 ottobre. L´iniziativa, ideata e realizzata dall´Associazione Festival della Filosofia in Magna Grecia che ha il sostegno del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano e della Provincia di Salerno, si svolgerà nella splendida area del Parco Nazionale del Cilento e del Vallo di Diano, in particolar modo nell'area archeologica di Velia, una location unica al modo per celebrare la filosofia.

 

Il Festival della Filosofia in Magna Grecia, dopo l'edizione 2009 che ha visto la partecipazione di oltre 700 studenti da tutta Italia continua il suo percorso, rivolto principalmente al target adolescenziale, sviluppando, per l'edizione 2010, la tematica della Meraviglia.

 

 

 

Ogni ricerca, inizia sempre da un evento che ci segna in modo particolare, creando quel senso dello stupore, la meraviglia (thauma), Stupirsi è una peculiarità degli esseri umani. I bambini sono filosofi perché questa capacità è innata, quindi per diventare filosofi dobbiamo riappropriarci dello stupore, guardare il mondo con gli occhi di un bambino

 

 

 

Il Festival propone il primo dei tre momenti fondamentali del pensare filosofico: Meraviglia, Curiosità e Interrogazione, sempre tramite una metodologia attiva che parte dal vivere momenti filosofici, passa attraverso l'ascolto di chi ha fatto della propria vita un cammino filosofico, fino alla traduzione di tutto in un atto pragmatico, che si realizza nei laboratori d'arte teatrale, musicale, di meditazione e tersicorei.

 

continua

<!–

–>

Fondazione Alario: Bando English Key 2010

fondazione

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Impara l’inglese con ’English key – parla l’Inglese e parlerai con tutto il mondo’, un corso sperimentale di perfezionamento della lingua inglese condotto da docenti americani che utilizzeranno il metodo del role playing, rendendo gli studenti protagonisti attivi delle loro lezioni, e finalizzeranno i loro corsi all’acquisizione pratica e diretta della lingua inglese in determinati ambiti disciplinari (ambiente, economia, lavoro e turismo, tecniche di pronto soccorso), garantendo una maggiore qualificazione e specializzazione dei fruitori del progetto.

 

Il corso, completamente gratuito, partirà nel mese di novembre 2010 ed è rivolto ad un pubblico di 15 persone tra studenti delle scuole superiori di II grado (a partire dal terzo anno) e a studenti universitari, ma anche a tutti coloro che per esigenze lavorative e/o di studio desiderano avere maggiore dimestichezza con la lingua inglese. Saranno inoltre privilegiati coloro che versano in una situazione economica svantaggiata.

 

 

Il progetto si attuerà in due fasi: nella prima fase verrà condotto un corso intensivo di lingua inglese presso la Fondazione Alario di Ascea (SA), località Marina; nella seconda fase è prevista la possibilità, facoltativa, di frequentare una High School o Università americana.

 

MAGGIORI INFORMAZIONI

 

qui il bando di concorso

 

qui la domanda di partecipazione

<!–

–>