segreto cilentano

Secondo i ricercatori dell’Università di Roma “La Sapienza” e dell’Università della California, un abitante su ogni 60 di Acciaroli ha almeno 90 anni.

La notizia è apparsa qui

http://www.ondanews.it/cilento-ed-segreto-della-longevita-al-jazeera-punta-riflettori-sui-centenari-del-posto/

e inoltre qui

https://www.infocilento.it/2017/04/18/anche-al-jazeera-punta-riflettori-sui-centenari-del-cilento/#null

“Qual è il segreto dei centenari cilentani? Forse la dieta? Forse i prodotti locali e freschi? Le erbe, l’aria o la comunità?”, si chiede Al Jazeera.

Lo stile di vita sano dei cilentani è diventato, dunque, un fenomeno internazionale che continua ad affascinare ed incuriosire.

Centenari cilento cilentani

Carlo Brumat a Vallo: Ovunque, ma non nel mio giardino!

brumat

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Ovunque, ma non nel mio giardino!

VALLO DELLA LUCANIA

Lunedi 8 Novembre 2010 – Ore 17,00

Sala conferenze del Consorzio Irriguo (uscita variante SS 18)

Il problema dei rifiuti, la difficile situazione della competitività italiana a partire dall’Università al mondo del lavoro e dell’impresa, assieme a un panorama sulle emergenze dell’attualità che coinvolgono anche l’area salernitana, saranno il tema dell’eccezionale conferenza tenuta dal Professore Carlo Brumat nella sala del Consorzio Irriguo di Vallo della Lucania.

Come superare la sindrome di Nimby (not in my back yard (non nel mio cortile) e di Lulu, locally unwanted land use (l’uso del suolo locale indesiderato) saranno discusse da un affermato Fisico cosmopolita che ha operato per prestigiose aziende in tutto il mondo.

Carlo Brumat, laureato in Fisica a Torino, nel 1961 si trasferisce negli Stati Uniti a Palo Alto come ricercatore e analista finanziario e contribuisce allo sviluppo di quella che diventerà nota come “Silicon Valley”. Diventa ricercatore presso il Western Management Science Institute dell’Università di Los Angeles (Ucla). Nel 1973 è ritornato in Europa come professore di Ricerca Operativa all’Istituto Europeo di Amministrazione (Insead) di Fontainebleau dove si è occupato in particolare di scenario planning nel settore tecnologico. È stato consulente di Shell, Edf, Olivetti, Stet, Alenia, Finmeccanica E Petroleos De Venezuela. Agli inizi del 1993, si è trasferito a Monterrey per fondarvi la DUXX-Graduate School of Business Leadership.

Attualmente è Vice-Presidente per la ricerca dell´Institut de Locarn in Bretagna. Alla preparazione di Fisico e Matematico Brumat accompagna quelle di cultore delle Scienze Sociali e Umanistiche, elementi che gli offrono una felice opportunità per comprendere la complessità delle dinamiche globali nell’economia a livello internazionale.

Info

http://www.labelab.it/blog/?p=464

 

Emergenze cinghiali Cilento

cinghiali

Il Parco Nazionale del Cilento ha costituito un numero verde per l'allarme dei cinghiali.

ecco i riferimenti


qui e qui



Il 09 marzo 2010 i carabinieri della Stazione di Pollica, nel corso di mirati servizi per contrastare le illegalità all'interno del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano, hanno sorpreso cinque persone intente ad effettuare una battuta di caccia illegale al cinghiale. I cinque, tutti cilentani di comuni vicini, sono stati sorpresi in possesso di sei fucili da caccia e munizionamento caricato a pallettoni in area protetta ed in tempo di chiusura della caccia. Sono stati quindi deferiti alla competente autorità giudiziaria per i citati reati. I fucili ed il munizionamento sono stati sequestrati.

Di cinghiali ne abbiamo già scritto qui

<!–

–>

recensione Avatar Il mondo nel 2154

Schermata

 

Avatar film 2009


Quale migliore serata andare al cinema. Così tutta la famiglia è andata a vedere Avatar. Il film dalla tecnologia fantastica e dal marketing spinto al massimo.

Naturalmente non è stato possibile vederlo nel formato 3d che sta spopolando ma nel più semplice e collaudato 2d altezza per lunghezza.


Della trama non parlerò per non guastare il mistero. Che dire il film è molto forte, con immagini velocissime, e a volte difficili da comprendere al volo, ha dalla sua una spettacolarizzazione particolare e una eccessività in tutto. I cattivi sono troppo cattivi, i tempi veloci, la trama debole ma efficace, un film per tutta la famiglia non direi; mio figlio decenne ha detto "un film molto americano". Certo, bisogna vederlo perchè come tutte le cose del mondo se lhanno pensato….. un giorno le vivremo.

Speriamo solo che in futuro ……… risulteremo più umani, altrimenti stiamo freschi!!!


http://www.avatarilfilm.it/

<!–

–>

lascia lauto chiama il bus

ParkoBus.gif

 

Implementato il sistema di trasporto flessibile, a chiamata e a basso impatto ambientale, sul territorio del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano: la prima area protetta nazionale a dotarsi di un tale servizio di collegamento territoriale.

Il servizio partito dal 4 agosto scorso è stato esteso anche allambito territoriale della Comunità Montana Lambro e Mingardo, interessando, in tutto o in parte, i Comuni di Alfano, Ascea, Camerota, Celle di Bulgheria, Centola, Cuccaro Vetere, Futani, Laurito, Montano Antilia, Pisciotta, Roccagloriosa, Rofrano, San Giovanni a Piro e San Mauro la Bruca. Attraverso questo sistema di trasporto, inoltre, il collegamento è stato prolungato anche al Comune di Vallo della Lucania, importante punto di riferimento del territorio per la presenza nella cittadina cilentana di uffici pubblici, il polo ospedaliero e quello scolastico, il presidio giudiziario e una vasta offerta del comparto commerciale e nel terziario.


Il servizio consente di collegare tutte le fermate dislocate sul territorio servito con minibus moderni, a basso impatto ambientale e appositamente attrezzati. Tali veicoli non hanno percorsi predeterminati ma si muovono solo dove e quando necessario su percorsi definiti dinamicamente in funzione delle richieste pervenute al call-center.

Per usufruire del servizio occorrerà telefonare ad un numero verde gratuito (800 736 737) collegandosi ad un call center, che riceverà le prenotazioni e smisterà le chiamate, per richiedere un servizio di trasporto personalizzato indicando fermata di partenza, fermata di arrivo e orario desiderato (di partenza o arrivo). Gli operatori, inserendo la richiesta nel sistema informatico PERSONALBUS®.net, realizzato da Softeco Sismat SpA, potranno comunicare in tempo reale la soluzione di viaggio disponibile e rispondente nel miglior modo possibile alle esigenze del Cliente. I servizi di trasporto possono essere prenotati sia allultimo momento che con largo anticipo e possono essere richieste corse singole o periodiche. Ovviamente chi prenota per ultimo dovrà adeguarsi agli orari già confermati agli altri Clienti.

Il call center é attivo dalle ore 8,00 alle ore 19,45, dal lunedì al sabato, festivi esclusi. Le fermate del servizio saranno facilmente riconoscibili grazie al logo "Parkobus" apposto sulla segnaletica verticale predisposta sul territorio. Maggiori dettagli sullorganizzazione del servizio, sulle tariffe, sugli orari e sulle fermate, saranno disponibili in Rete, sul sito internet del Parco nazionale del Cilento e Vallo di Diano: http://www.cilentoediano.it.

Questo nuovo servizio di trasporto pubblico, flessibile, a prenotazione telefonica e a basso impatto ambientale, era stato già attivato, in via sperimentale, sul territorio della Comunità Montana Bussento, rispondendo alle esigenze di mobilità della popolazione dei Comuni di Casaletto Spartano, Caselle in Pittari, Ispani, Morigerati, Santa Marina, Sapri, Torre Orsaia, Torraca, Tortorella e Vibonati.

I servizi di trasporto flessibile, più comunemente detti servizi a chiamata, sono stati individuati dal maggior numero di Gestori come soluzione ideale per migliorare ed ottimizzare il trasporto pubblico.

Nati per le aree a "domanda debole" sono oggi applicati con successo anche in realtà ad elevata densità abitativa. La totale flessibilità di questo tipo di servizio permette unefficace integrazione con servizi di tipo tradizionale garantendo il miglioramento dellintero sistema di trasporto.

La soddisfazione dellutenza, che ritrova un servizio pubblico di assoluta qualità, rafforza quella dei Gestori che riescono ad ottimizzare le risorse (i mezzi si muovono solo dove e quando necessario) e conseguentemente ad organizzare il trasporto pubblico con soluzioni inimmaginabili per un servizio di tipo tradizionale.

Con mezzi di trasporto di dimensioni appropriate è possibile, infatti, percorrere strade strette, raggiungere aree non servite o di difficile accesso viario, e prelevare utenze che molto probabilmente si orienterebbero più allutilizzo di mezzi privati.


Fonte : comunicato stampa

<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/21542639&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/21542639&quot;
dc:title="lascia lauto chiama il bus”
dc:subject=”ambiente, cilento, cilentani, parco cilento, cilentanit?, organizzazioni locali, difesa delluomo, blog cilentano, futuro cilentano, promozione territorio parco cile, economia – articoli”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/21542639&#8243; />

–>

Nasce larchivio fotografico del Cilento

128

credit:

Giorno 26 giugno, si chiude la seconda edizione di stage organizzata dalla Fondazione MIda –Musei Integrati dellAmbiente – e dallAccademia di Belle Arti di Napoli. Lo stage è riservato a 10 ospiti della fondazione MIda e a 10 allievi del corso biennale di secondo livello in Fotografia dellAccademia partenopea, articolato nei tre indirizzi di fotogiornalismo, beni ambientali e paesaggistici e linguaggio darte. Sedi dei lavori sono Pertosa e Auletta, indagate attraverso lobiettivo fotografico seguendo il tema della filiera ovicaprina, ovvero della pastorizia, con lo scopo di conoscere e valorizzare il territorio, la sua cultura e tradizioni anche attraverso lespressione artistica dei giovani studenti, guidati dai professori Mario Laporta, Oreste Lanzetta e Libero de Cunzo.

Le immagini prodotte nei tre giorni saranno integrate con quelle prodotte dai 10 allievi della precedente edizione, incentrata sui paesaggi del territorio di Pertosa, e raccolte in un catalogo per la rassegna Parchi in Mostra che si terrà a settembre 2009 alla Mostra dOltremare di Napoli.

Parte del progetto prevede anche listituzione, a cura della Fondazione MIda, di un archivio del territorio e il suo lutilizzo per le pubblicazioni interne e per i siti web. Il MIda, sistema museale integrato, nasce attorno al sito naturalistico delle Grotte dellAngelo a Pertosa, importante ecosistema naturale che conta oltre 100 mila visitatori lanno, e ha le sue sedi sul territorio della provincia di Salerno compreso tra i comuni di Pertosa e Auletta.

Lo stage, frutto di un protocollo di intesa tra le due istituzioni firmato da Giovanna Cassese Direttore dellAccademia di Belle Arti e il direttore del MIda Virgilio Gay, ha come referenti questultimo e il professor Mario Laporta dellAccademia di Belle Arti. (fonte il denaro)

Continua

maggiori informazioni




<!–

<rdf:Description rdf:about="http://nunziodigitale.splinder.com/post/20838295&quot;
dc:identifier="http://nunziodigitale.splinder.com/post/20838295&quot;
dc:title="Nasce larchivio fotografico del Cilento”
dc:subject=”ambiente, campania, cilento, auletta, cilentani, cilentanit?, difesa delluomo, fiume calore, fotografia cilentana, grotte di pertosa”
trackback:ping=”http://www.splinder.com/trackback/20838295&#8243; />

–>

linea verde a Marina di Pisciotta: le alici di menaica

Linea verde si trova sulla spiaggia di Marina di Pisciotta dove presenta le alici di minaica. Da tempo immemorabile nel Cilento si pratica un tipo di pesca, la pesca delle alici di menaica. E’ una tecnica semplice, tipo di pesca, la pesca delle alici di menaica. E’ una tecnica semplice, praticata a bordo di gozzi, chiamati appunto menaiche, importata dai greci quasi 2000 anni fa.

continua
<!–

–>