Multimedia

E’ difficile comprendere Le difficoltà che dobbiamo superare noi antichi fruitori delle tecnologie.
Persone abituate ad utilizzare mezzi antichi.
Oggi le tecniche sono moderne, i modi di pensare no
Come scriveva Mcluhan il mezzo cui influenza

Questo post e’ stato scritto con il tablet
L’influenza e’ massima

meridionalismo A Piaggine il primo incontro dei Movimenti sulla via confederativa.

A Piaggine il 24 settmbre, nel corso della manifestazione “Il Percorso dei Briganti” (giorni 23-24-25 settembre), in un clima di festa duosiciliana, i leaders di Italia Prima, Insorgenza Civile e Comitati Due Sicilie, s’incontreranno per consolidare la possibile intesa confederativa, già dichiarata attraverso scambi di reciproche comunicazioni.

 

Lo ha reso pubblico Antonio Dell’Omo   di “Italia Prima” che ha dichiarato: “ noi abbiamo più di un sogno da realizzare. Il primo lo abbiamo costruito in questi giorni, grazie alla straordinaria disponibilità, pronta e immediata, di Nando Dicè     di Insorgenza e di Fiore Marro  dei Comitati Due Sicilie. Altri movimenti – che al momento ci chiedono il rispetto di una singolare riservatezza – li comprendiamo sino ad un certo punto. Va detto in maniera chiara e inequivocabile che la costituente Confederazione si realizza alla luce del sole, e così saranno le scelte e gli atti più importanti assunti da questa struttura, da ora e per sempre.”

 

All’ordine del giorno dell’incontro vi sarà la possibile analisi della bozza confederativa, l’organizzazione strutturale e la verifica di un ulteriore allargamento.

 

A proposito di possibili nuove adesioni, Dell’Omo ha sostenuto in modo deciso: “ La Confederazione è uno strumento necessario e funzionale di questa fase. Essa sarà sempre aperta e disponibile per quanti sono animati dalla medesima nostra passione per la terra Duosiciliana e per la Sua rinnovata affermazione socio-politica con la Macroregione. Nessuna preclusione e parità tra tutti. La condizione, l’unica necessaria, è la gioiosa convinzione di partecipare a qualcosa che non è di nessuno di noi. E’ solo il segnale di consapevolezza del nostro impersonale dovere e un piccolo fiore offerto al Nostro Passato, che ha fatto di noi quello che siamo”.

 

Fonte  

<!–

–>

Vallo della lucania artista del web nel guinness dei primati

roby

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

E’ un artista e blogger, è un utente di Facebook ed è della provincia di Salerno. Fin qui tutto normale. In realtà, Roberto Esposito è molto di più. Da pochi giorni, infatti, il venticinquenne cilentano ha battuto il record mondiale di commenti ad un singolo post sulla sua pagina Facebook. Il primato è stato finora detenuto dal gioco Cityville con 292.288 commenti, ma Roberto è riuscito ad ottenerne ben 389.141.

 

maggiori informazioni

sito del blogger

 

http://www.robertoesposito.com/2011/03/comunicato-stampa-30032011/

<!–

–>

Vallo: boutique Adriana 40 anni di attività

c

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Da figurinista negli anni ’60 per una famosa casa di moda in Via Dei Condotti a Roma, a fondatrice, dieci anni dopo, di una piccola Boutique nel cuore di Vallo della Lucania. Questo il cammino professionale lungo 40 anni di Adriana Nicoletti, vallese di nascita e sorrentina di tradizione, che ha deciso di festeggiare il singolare traguardo con una serata di moda.

Venerdì 17 settembre alle ore 21,00 in Piazza dei Martiri a Vallo Della Lucania una passerella sotto le stelle vedrà sfilare i capi autunno/inverno 2010/ 2011 della sua Boutique: ad indossarli saranno le testimonial dei più noti stilisti nazionali e internazionali.

 

Continua

<!–

–>

Cilento: agricoltura bioloogica

Immagine

Sabato 10 aprile, il biologico campano si incontra a Ceraso (SA) in P.zza San Silvestro 10 (sede del Bio-distretto Cilento). In occasione dellassemblea pubblica dellAssociazione Italiana per lAgricoltura Biologica – Campania, sarà presentata in anteprima assoluta la PIATTAFORMA CAMPANA PER LA FILIERA CORTA DEI PRODOTTI BIOLOGICI. Negli ultimi anni è cambiato il modo di produrre e consumare gli alimenti bio; sono aumentate le aziende "a dimensione umana", nelle quali hanno assunto sempre più un ruolo centrale il contadino ed il rispetto dei cicli naturali e dellambiente. Nel contempo i consumatori si sono evoluti e pretendono di essere protagonisti delle proprie scelte alimentari, entrando in contatto diretto con chi coltiva, per verificarne correttezza e modalità di produzione. I tempi sono finalmente divenuti maturi per cambiare radicalmente anche il modo di vendere i prodotti biologici. Come recita il motto della più importante campagna di promozione dei prodotti biologici, "Il Bio sotto casa", finanziata dallUnione Europea e dallItalia e realizzata da AIAB, AMAB e Coldiretti: "Filiera corta, lagricoltura che la sa lunga. Consumatori protagonisti e aziende consapevoli. Il modello è semplice ed i risultati straordinari. Si acquista direttamente dai produttori locali e si contribuisce a diffondere le colture tipiche, le biodiversità e le tradizioni gastronomiche. La Filiera corta è il modello di distribuzione naturale dei prodotti biologici: più redditività per le imprese, più potere di acquisto per i consumatori. La Filiera Corta coinvolge tutti: rispetta lambiente, chi lo lavora e chi lo vive". In Italia, da una recente indagine (rapporto Bio Bank 2009) è emerso che dal 2006 la vendita diretta nelle aziende biologiche è in continua crescita. 500 gruppi di acquisto (+66%); 1950 aziende hanno un loro spaccio aziendale (+ 47%); 110 siti internet sono dedicati esclusivamente alla vendita on line (+39%). Ormai, quasi due italiani su tre acquistano prodotti in vendita diretta, almeno una volta allanno mentre circa il 15% lo fa con una frequenza settimanale (dati SWG ed Agri2000). E tutto questo lo si vede nei bilanci delle aziende. I numeri parlano chiaro: chi effettua la vendita diretta è meno colpito dalla crisi rispetto a chi si rivolge ai tradizionali circuiti di commercializzazione. LAIAB, interpretando i bisogni dei produttori e dei consumatori, ha promosso la realizzazione di cinque piattaforme per la filiera corta dei prodotti biologici che, grazie al progetto "Login BIO" cofinanziato dal MIPAAF nellambito del "Programma di azione nazionale per lagricoltura biologica e i prodotti biologici", permetterà alla Campania, alla Calabria, alla Sardegna, alla Sicilia ed allUmbria di essere allavanguardia nella sperimentazione di nuove forme di logistica innovativa per il biologico. La piattaforma campana sorgerà nel Cilento, allinterno dellarea del Parco nazionale, terra delezione della Dieta Mediterranea e sede del primo bio-distretto multi vocazionale dEuropa, formalmente istituito con decreto della Regione Campania. Lincontro di Ceraso sarà anche loccasione per discutere sulle nuove frontiere della certificazione bio, che proprio nel Cilento vedrà uno dei laboratori privilegiati per lattuazione di un altro importante progetto approvato allAIAB dal MIPAAF, e della campagna "Primavera Bio" che questanno prenderà il via il 16 aprile e per un mese porterà i consumatori direttamente nelle aziende agricole, dove saranno organizzate visite guidate, laboratori didattici e degustazioni a base di prodotti biologici.

informazioni

<!–

–>

recensione Avatar Il mondo nel 2154

Schermata

 

Avatar film 2009


Quale migliore serata andare al cinema. Così tutta la famiglia è andata a vedere Avatar. Il film dalla tecnologia fantastica e dal marketing spinto al massimo.

Naturalmente non è stato possibile vederlo nel formato 3d che sta spopolando ma nel più semplice e collaudato 2d altezza per lunghezza.


Della trama non parlerò per non guastare il mistero. Che dire il film è molto forte, con immagini velocissime, e a volte difficili da comprendere al volo, ha dalla sua una spettacolarizzazione particolare e una eccessività in tutto. I cattivi sono troppo cattivi, i tempi veloci, la trama debole ma efficace, un film per tutta la famiglia non direi; mio figlio decenne ha detto "un film molto americano". Certo, bisogna vederlo perchè come tutte le cose del mondo se lhanno pensato….. un giorno le vivremo.

Speriamo solo che in futuro ……… risulteremo più umani, altrimenti stiamo freschi!!!


http://www.avatarilfilm.it/

<!–

–>