Massaggio teatrale

Spettacolo artistico di musica, danza arte e altro ancora.

 

Vallo della Lucania. Ingresso gratuito

venerdì 10 giugno
(non fanno nulla alla televisione)
uscite, venite al teatro
e non ve ne pentirete

tema di questo anno i film nel mondo

venite, guardate, ascoltate, giudicate
 

    continua

                         qui la comunità di ecodanza

<!–

–>

Annunci

Ecodanza ed il mondo del volteggio il saggio 2010


 

Uno percento ispirazione 99 per cento sudore fatica stress e dolori, cento per cento Maria Teresa Carlone ed Ecodanza

 

 

Si è tenuto presso il cineteatro la Provvidenza di vallo della Lucania, il saggio spettacolo di fine anno della scuola di Danza Ecodanza di maria Teresa Carlone.

 

La serata è stata dedicata al gruppo musicale di Liverpool Liverpool Beatles e i famosi anni 60.

bene, voi dite e come è possibile ballare sulla musica dei Beatles la danza classica. E' vero per le persone normale è qualcosa di inconcepibile ballare la danza classica sulla musica di Beatles, ma Maria Teresa e le sue allieve non sono persone normali, nel senso pratico del termine quindi ballano, volteggiano emozionano e ci emozionano continuamente ovvero danzano.

 

 

L'edizione 2010 si conferma in effetti una linea di condotta già vista nella edizione passata, niente effetti speciali, niente sfondi artistici solo ed esclusivamente le allieve e le loro danze. Tecnica allo stato puro da consumare descrivere ammirare, schiaffo morale in mezzo alla faccia. Volete il balletto ed io ve lo darò in forma quantitativa ma di una qualità sublime, eccelsa, questo sembra essere il messaggio della coreografa vallese. Ed in effetti eccelsa è stata la prestazione di tutte le allieve a partire dai corsi di predanza dove piccole e piccolissime ballerine in erba si sono cimentate nelle loro esibizioni. Quello che colpisce di più per i non esperti ai lavori sono la grazia la facilità e la semplicità dei movimenti di tutti gli allievi della scuola, quasi che volassero o avessero un leggero strato di aria sotto i piedi al punto tale da quasi non camminare: in una solo parola danzano.

D'altronde la danza è passione, ispirazione, sudore fatica stress e …….volteggi.

 

Maggiori informazioni

 

http://www.youtube.com/user/cpecodanza#p/a/u/0/5tKSwoICjHs

<!–

–>

Vallo: ecodanza saggio spettacolo di fine anno

eco

Si è svolto giorno 4 giugno presso il cine-teatro la Provvidenza di Vallo della Lucania il saggio spettacolo, organizzato dal Centro professionale danza di Maria Teresa Carlone Ecodanza, dal titolo “Sognavo…. che non ero bambino”

favola poetica musicale e danzante liberamente tratta da il soldatino di piombo la favola di H. C. Andersen.

"bisogna avere del caos in sè per far nascere una stella danzante"
Friedrich Nietzsche

 

IMG_1969

La storia è semplice ma allo stesso tempo ricercata e particolareggiata. Una bambina è la protagonista di un sogno fantastico, che sembra così reale: diventare una ballerina, per poi ritrovarsi in una favola con tanti personaggi tra cui il soldatino di piombo e il suo battaglione. In questo bailamme la ballerina è contenta di fare quello che ha sempre sognato: ballare.

E quello che succede in questo spettacolo allietato dalle musiche di Frank Sinatra, di Shostakovich, di Prokofiev, di Brahms, di Edith Piaf, di Bach, di Ravel di Stravinsky, di John Williams.

In un istante il palco si illumina di luce, i movimenti si intersecano in un cammino quasi comune; la particolarità della danza di Maria Teresa Carlone è limmedesimazione di tutti gli spettatori. Si ha limpressione che tutti danzino insieme ai propri figli e alle proprie maestre; genitori amici e persone che guardano i suoi spettacoli sono anche loro sul palco, sanno ballare o si illudono di poterlo fare con gla stessa grazia movimento e leggerezza dei loro figli.IMG_2078

E questa illusione non dura un momento ma per tutto lo spettacolo di ben tre ore corposo snodato in un interminabile carrellata post-moderna dove antico e moderno si intersecano nella linea dei ricordi e dei sentimenti più puri, dove una trentina di allieve e allievi affaccendati dai problemi della vita quotidiana quali i compiti, i giochi, i genitori, la televisione, le partite le chiacchiere, le amicizie trovano il tempo il gusto la bellezza di confrontarsi di inserirsi nei pensieri di Maria Teresa Carlone e si fanno trasportare nelle ali dei ricordi, delle fantasie, delle fatiche per andare allunisono, per trotterellare in modo squisito e divino sulle punte delle loro scarpette di danza, volteggiare leggiadre e veloci su ogni tipo di musica disponibile, infilarsi tra i gradini di una scala che rappresenta il nulla eterno, strisciare, e rialzarsi come se in ogni allieva ci fosse non una persona ma due distinte ognuna con un proprio daimon vitale.

Scorgiamo in lontananza il sogno, le realtà, la fantasia il movimento a volte spezzato, mai asincrono ma sempre preciso quasi maniacale, concepito ballato e ideato per rendere umano il volto indecifrabile delle miserie umane.

 

 

 

IMG_1973

 

Lo spettacolo diviso in due parti con 10 scene di classico nella prima e cinque passi di danza moderna nella seconda parte è stato intervallato da poesie e aforismi di vario genere che hanno creato il giusto pathos, ci lascia con un amaro interrogativo siamo solo soldatini in una guerra in miniatura…subito intervallato dal messaggio di speranza: nel buio dellesperienza anche la più sofferta può nascere una energia così intensa da spingere a cercare la luce più pura.

 

Maggiori informazioni

 

 

 

<!–

–>

Vallo della Lucania: Scuola Ecodanza Presentazione del Corso Settimanale di Biodanza Sistema Rolando To

biodanzaperta1

BIODANZA

Sistema Rolando Toro

Presentazione/Inaugurazione del Corso Settimanale

Serata Gratuita Aperta a Tutti

Giovedì 12 marzo 2009 ore 20.30

Condotto da Donatella Vitale e Cristina Canino

Insegnanti Tirocinanti della Scuola Rolando Toro di Napoli


Un modo per riscoprire la gioia di vivere e di sentirsi vivi

Presso il centro “ECODANZA” C.da San Crescenzo, 13/15 – Vallo della Lucania

Nuova immagine

BIODANZA è un sistema che favorisce lo sviluppo armonioso e integrato delle potenzialità umane (Vitalità, Sessualità, Creatività, Affettività e Trascendenza) attraverso esercizi generati dallinsieme Musica-Emozione-Movimento (Vivencia).

All’interno di un gruppo di partecipanti ognuno viene portato alternativamente a lavorare su se stesso e sul rapporto con l’altro attraverso una serie di esercizi individuali, in coppia e in gruppo, secondo una precisa metodologia, elaborata nel corso di oltre trent’anni di pratica, fondata su di una rigorosa impostazione psicologica e antropologica.


Maggiori informazioni

<!–

–>

«Sacrifici e tanta passione» La ricetta di Maria Teresa Carlone

Nuova immagine

Sacrifici e tanta passione» La ricetta di Maria Teresa Carlone

Vallo della Lucania. Si chiama "Ecodanza" il centro professionale, diretto brillantemente da Maria Teresa Carlone, sito a Vallo della Lucania. Vero prestigio della cittadina cilentana, la scuola è nata per passione e dai sogni, molti dei quali diventati realtà, di una giovane ballerina, che partendo dai suoi studi affidati all’esperienza e talento della prima danzatrice del teatro San Carlo di Napoli, Pina Testa, ha poi meritato successo e prosieguo nell’attività formativa. • Oggi "Ecodanza" conta molti iscritti, ma non solo tra le attività tradizionalmente riconosciute nel percorso che porta al balletto. Tra i corsi infatti spiccano pilates, yoga e bioenergetica. Accanto viaggiano lezioni di danza classica – repertorio, passo a due, storia della danza, modern – jazz, contemporaneo, hip – hop, oltre a corsi di gioco – danza, propedeutica.

Il lavoro dunque che la direttrice artistica Maria Teresa Carlone ha scelto di seguire con i suoi ragazzi, è vasto e variegato, rivolto ad ogni età e stile di danza, senza per questo smarrire i pilastri che immancabilmente sorreggono un corretto lavoro: professionalità e alta formazione. Partendo da esperienze personali, come quella vissuta a Firenze all’etá di diciotto anni per perfezionare la tecnica presso il "Centro Studi Danza, Scuola del Balletto di Toscana", sotto la guida di Barbara Baer, Lilia Bertelli, Cristina Bozzolini del teatro comunale della stessa città, Maria Teresa ha imparato che aprire le proprie conoscenze a scambi culturali e confronti con l’infinito mondo del palcoscenico, è elemento sicuro per far crescere le proprie classi. • E quindi il centro organizza stage in sede con Vincenzo Capezzuto e Lisa Martini, solisti di Aterballetto a Reggio Emilia, Lorella Rapisarda, coreografa di danza contemporanea, dal metodo Laban/Bartenieff di New York, che svolge seminari di tecnica ed improvvisazione, Sonia Nifosi, Vincenzo Canzonieri del Conservatorio Coreutico di Roma. Uno staff che piacevolmente integra il lavoro quotidiano della direttrice stessa e di Alessandra Castellano e Rita Ranauro. Per "Ecodanza" non mancano, è evidente, gli incontri con il pubblico, rassegne e spettacoli, spesso elementi di motivazione ulteriore per gli allievi. • La particolare capacitá coreografica di Maria Teresa Carlone, ha sempre reso merito agli spettacoli realizzati dalla scuola di Vallo della Lucania, capaci di attrarre un pubblico sempre folto. (Giuliana Giannattasio)

fonte: Città di Salerno


"Un pensiero fisso, una passione cresciuta nel tempo". E’ così, signora Maria Teresa Carlone che parla della danza, ma quanto le è costato? • Sono stata molto ostacolata durante il percorso, eppure ho saputo affrontare ogni cosa con spirito di sacrificio e le mie sole forze, con il desiderio insormontabile di riuscire a liberare l’anima all’unisono col corpo, fino a diventare e restare una vera, sentita scelta di vita. Con questo stesso spirito ho cominciato ad insegnare, nel ’92 . Lavoriamo con rigida professionalità, anche se ben sappiamo che non tutti gli allievi vorranno essere dei danzatori per mestiere. Ma mi sento in dovere, nei confronti dell’arte della danza, di proporre i programmi accademici completi a tutti, futuri ballerini e non. Ho un’attenzione particolare sulla salute psico – fisica e muscolo scheletrica di bambini ed adulti. Se si sta bene con il corpo e la mente, si può affrontare qualsiasi problema e difficoltà tecnica nel corso degli anni di studio. •

Com’è proseguito il suo percorso di formazione dopo la scuola di Pina Testa? • Ho continuato a studiare con insegnanti abilitati presso l’Accademia Nazionale di Roma e partecipato a diverse rassegne come "Danza Primavera" presso il Teatro di Grassina, curato da Maria Grazia Nicosia. Nel tempo mi sono sempre più avvicinata alla danza moderna, studiando all’Imago con Emanuela Salvini, Susan Sentler (tecnica Graham), Simona Bucci (tecnica Nikolais) e altri maestri di chiara fama, ospiti del centro di danza contemporanea. •

Quali sono stati i momenti di svolta della sua carriera? • Un momento importante è stato quando ho vinto una borsa di studio presso la scuola di Renato Greco a Roma. Di lì numerosi stages di danza contemporanea con Larrio Ekson, Richard Haisma, Paolo Mereu, Bruno Collinet, Renata Calichaeska, Alessandra Sini, Michele Pogliani, Monica Francia. Quindi ho studiato a New York presso la Martha Graham School of Contemporary Dance e presso la scuola di Erik Hawkins. Poi nel 1992 ho fondato "Ecodanza" dedicandomi all’insegnamento e realizzando, inoltre, numerosi lavori coreografici. Sono iscritta all’Associazione Insegnanti Danza e all’albo insegnanti della Lega Danza U.I.S.P. Ho conseguito l’abilitazione all’insegnamento, ultimando i corsi di formazione con i maestri Alain Asti, Gabriella Stazio, Mario Piazza, Sofia Nifosi, Claudio Malangone con il quale ho realizzato diverse coreografie e video. Seguo aggiornamenti per l’insegnamento presso la Scala di Milano ed Aterballetto. Non ci si ferma mai

continua


dove si trova

Il "Centro Professionale Ecodanza", diretto da Maria Teresa Carlone, si trova in via San Crescenzo,1315 a Vallo della Lucania. Ai suoi iscritti la scuola propone corsi di gioco – danza, propedeutica, danza classica – repertorio, passo a due, storia della danza, modern – jazz, contemporaneo, hip – hop, yoga, pilates (ginnastica posturale) e bioenergetica. Inoltre il centro organizza stage in sede con Vincenzo Capezzuto e Lisa Martini, solisti di Aterballetto a Reggio Emilia ed esami finali. Tra i maestri ospiti: Lorella Rapisarda; Sonia Nifosi, Vincenzo Canzonieri. I docenti abituali della scuola sono Maria Teresa Carlone, Alessandra Castellano, Rita Ranauro e il posturologo Giuseppe Torres. Info: 09742111 e 3383028165 –www.ecodanza.net.

<!–

–>