Massicelle: festival del gioco e del giocattolo

gioco

   

In programma dal 21 al 24 maggio a Massicelle di Montano Antilia, per il quarto anno consecutivo, la magia del Festival Internazionale del Gioco e Giocattolo di Tradizione.


Centinaia di bambini si riverseranno nel piccolissimo centro del Parco Nazionale del Cilento e Vallo di Diano per rispolverare e ricostruire insieme i giochi di una volta. I giovani protagonisti si sfideranno a suon di “Furrianughe”, “Sciuttapanni” e “Carruzzella”, pronti a rispolverare la gioia de “I quattro cantoni”, a svelare le istruzioni de “la Ruzzola” e a spiegare il mistero de “Lë Schers Del Ghëub”. Questi sono solo alcuni dei “divertimenti” che, dopo un’attenta e lunga selezione, la commissione esaminatrice ha deciso di ammettere alla competizione legata al Festival ed indetta per le Scuole Primarie e Secondarie.

Come nasce la manifestazione

Nel Gennaio 2007 è stata fondata lassociazione "Lo Strummolo" ad opera di Enti Pubblici (Comune di Montano Antilia e Comunità Montana Lambro e Mingardo) ed associazioni locali, allo scopo di creare una struttura agile adatta a gestire il Concorso, il Festival e programmi di promozione territoriale ad essi collegati.
Ma tutto è iniziato qualche anno prima…
Nel 1993, quando prese forma il Museo del Giocattolo Povero di Massicelle da un progetto dellIstituto Comprensivo di Montano Antilia, che si era espresso nellorganizzazione di una ricerca storica sulla vita delle passate generazioni: come si vestivano, come si alimentavano e soprattutto come occupavano il proprio tempo libero. Il progetto si è svolto sotto la guida delle maestre della scuola elementare di Massicelle, in particolare delle insegnanti Santina Luongo, Amalia Merola, Angelina Serra e con il contributo della psicopedagoga Claudia Perlmuter.

Continua

<!–

–>