dieta mediterranea

ancel keys

(il fisiologo americano Ancel Keys)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 




La dieta mediterranea è un modello nutrizionale ispirato ai modelli alimentari tradizionali dei paesi europei del bacino mediterraneo, in particolare Italia (soprattutto Liguria, regioni peninsulari ed insulari), Francia meridionale (specialmente Provenza e Linguadoca), Grecia e Spagna; tale dieta ha avuto grande diffusione, specie dopo gli anni novanta, in alcuni paesi americani fra cui lArgentina, lUruguay e alcune zone degli Stati Uniti dAmerica.



La "prima intuizione" fu dello scienziato americano Ancel Keys (1904-2004), autore del libro Eat well and stay well, the Mediterranean way. Keys notò una bassissima incidenza di malattie delle coronarie presso gli abitanti della Campania e dell’isola di Creta, nonostante l’elevato consumo di olio d’oliva ed avanzò l’ipotesi che ciò fosse da attribuire al tipo di alimentazione caratteristico di quell’area geografica.


In seguito a questa osservazione prese l’avvio la famosa ricerca "Seven Countries Study", basata sul confronto dei regimi alimentari di 12.000 persone, di età compresa tra 40 e 59 anni, sparse in sette Paesi del mondo (Finlandia, Giappone, Grecia, Italia, Olanda, Stati Uniti e Jugoslavia). I risultati dell’indagine non lasciarono dubbi: la mortalità per cardiopatia ischemica (infarto) è molto più bassa presso le popolazioni mediterranee rispetto a Paesi, come la Finlandia, dove la dieta è ricca di grassi saturi (burro, strutto, latte e suoi derivati, carni rosse, ecc…). Ancel Keys prosegui i suoi studi principalmente in Italia, nel Cilento, dove continuò a vivere per oltre 40 anni. Visse 100 anni, come migliore riprova delle sue teorie.


Seguire «davvero» la dieta mediterranea garantisce una significativa protezione nei confronti della mortalità per qualunque causa e dellincidenza delle principali patologie cronico-degenerative come quelle del cuore e dei vasi, i tumori, il morbo di parkinson e quello di Alzheimer.

continua

maggiori informazioni

ulteriori informazioni

<!–

–>

Annunci

Ipertensione? No grazie, siamo cilentani.

07_01

Ipertensione? No grazie, siamo cilentani.


Ci sono segreti nei patrimoni genetici dei piccoli mondi delle comunità più isolate dItalia che, se svelati, possono rivelare la strada per combattere alcune delle malattie più comuni, ma allo stesso tempo più difficili da debellare.



Continua

approfondimenti

Il giornale delluniversità di Oxford Human Molecolar Genetics si interessa di genetica molecolare dove è stato pubblicato il risultato della ricerca nei Comuni cilentani. Questo è larticolo in inglese

<!–

–>