giornata del software libero

ubuntu-logo

p { margin-bottom: 0.21cm; }a:link { }

Linux Day
giornata nazionale di promozione di GNU/Linux e del software libero.

23 ottobre 2010
in tutta Italia

 

 

io utilizzo ubuntu versione linux per neofiti

 

un motivo per passare a Linux?

eccolo

Perché Windows rallenta giorno dopo giorno?

 

Windows ha delle falle di progettazione, alla base, che lo rendono più lento giorno dopo giorno e poco longevo. Avrai probabilmente sentito qualcuno dire "Il computer è diventato lentissimo, devo reinstallare Windows". Reinstallare Windows risolverà sicuramente il problema… fino alla prossima volta.

Penserai, probabilmente, che questo è il modo in cui funzionano i computer e che, magari, dispongono di tecnologia fresca, ma non molto stabile. Bene, prova Linux e rimarrai sorpreso. Il tuo sistema sarà veloce e scattante come il primo giorno in cui l'hai installato.

Diverse persone sono passate a Linux, mantenendo Windows sul loro hard disk, perché avevano bisogno di alcuni programmi cui erano affezionati. Quindi avrebbero potuto usare entrambi i sistemi. Dal giorno del passaggio molti di loro hanno reinstallato Windows diverse volte, invece, Linux non li ha mai abbandonati, continuando a funzionare perfettamente. Alla fine una buona percentuale di queste persone, non potendone più, ha disinstallato definitivamente Windows per utilizzare esclusivamente Linux.

 

Con Linux spenderai tempo solo per lavorarci, piuttosto che per reinstallarlo ogni volta.

<!–

–>

Annunci

Una storia cilentana: da trombettiere di Garibaldi alla battaglia di Little Bighorn

<img alt="c" src=" http://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/8/80/-JohnMartin2.jpg&quot; style="margin: 0px auto 10px;

Da trombettiere di Garibaldi a trombettiere del generale Custer

una storia Cilentana……………… Con Garibaldi che accelera, precede le truppe, entra in città da solo in carrozza tra la folla in delirio. E, poiché siamo sulla strada, è tempo che vi dica la storia di John Martin, alias Giovanni Martino di Sala Consilina,

Giovan Crisostomo Martino – ecco l'anagrafe di questo figlio dell'Italia grecanica – ha otto anni quando nella piazza di Sala arriva l'arcangelo biondo in marcia su Napoli. Lo vede e urla come un'aquila che gli vuole parlare. Garibaldi lo sente e dice: "che cosa vuoi da me, ragazzo?". Giovan chiede di partire con lui ma il generale dice: "sei troppo piccolo, non puoi sparare ancora". Risposta: ma no, io voglio solo suonare la tromba. Allora l'uomo col poncho promette: "quando sarai più grande verrai con me". E difatti accade. Nel 1866, Martino quattordicenne suona la carica di Bezzecca, unica vittoria italiana della terza guerra d'indipendenza.

 

continua

<!–

–>

Terza «GIORNATA NAZIONALE DELLE FERROVIE DIMENTICATE»

logo_home[2010]

ferrovie abbandonate



Torna domenica 7 marzo la «Giornata Nazionale delle Ferrovie Dimenticate».

L’idea di ricordare gli antichi percorsi ferroviari in una giornata di nostalgia, nasce da Co.Mo.Do, la Confederazione per la mobilità dolce, formata da una serie di associazioni che lavorano per una mobilità «parallela» a quella veicolare.

3151402884_932449490f

Per il Cilento due le iniziative interessanti:

il "Trenotrekkingferroviario" Salerno-Auletta-Pertosa qui i dettagli


maggiori informazioni



e “Tra Treni e Briganti” viaggio in un passato ancora vivo qui i dettagli

49

 

 

 

<!–

–>

Eredita, Ogliastro, paese dal presepe vivente

2008_09_04_12_22_43_fotoereditacampanile

Eredita: grande successo per la prima edizione del Presepe Vivente



Chi non conosceva Eredita e il suo centro storico, sarà rimasto certamente colpito dalla bellezza dei luoghi e dallabilità dei membri dellAssociazione "Promuovere Eredita" nel trasformarli in una piccola Betlemme. Giorno 27 Dicembre infatti, è andato in scena nella frazione di Ogliastro Cilento, la prima edizione del Presepe Vivente. Per la prima volta vicoli e strade della parte antica di Eredita (dalla Chiesa fino al palazzo Siniscalchi) si sono allestite a festa con la presenza di diversi figuranti e soprattutto di tanti visitatori accorsi ad assistere alla manifestazione.



Insomma un evento sicuramente riuscito perché oltre alla visione del presepe, ai visitatori è stata offerta la possibilità anche di gustare alcuni piatti e prodotti tipici del nostro territorio, di osservare gli artigiani del luogo svolgere antichi mestieri e soprattutto di conoscere meglio una località troppo spesso dimenticata e che invece conserva dei luoghi davvero caratteristici. Uno di questi, è palazzo Siniscalchi al cui interno è stata allestita una mostra di presepi.


Un plauso agli organizzatori è dunque doveroso perché Eredita è la prova che per organizzare un evento di successo, basta davvero poco. In città più grandi, che pure erano legate alla tradizione del Presepe Vivente, questo tipo di manifestazioni sono cadute nel dimenticatoio. Le associazioni sono allesasperata ricerca di fondi che, se concessi, vengono utilizzati nel peggiore dei modi. A costi quasi nulli invece, sarebbe possibile organizzare qualcosa di meglio, basterebbe ricordare che il presepe non ha assolutamente nulla di complesso ed elaborato. E al contrario qualcosa di semplice, semplice come la capanna in cui la tradizione vuole sia nato Gesù.


continua

<!–

–>

cibus tec 2009: presenza degli operatori locali

CibusTec2009_VisitUs

Al Cibus-Tec, che ha aperto i battenti il 27 ottobre e prosegue fino a venerdì 30 ottobre nel quartiere fieristico di Parma, spopola il know out delle imprese salernitane. In quella che è la vetrina espositiva più importante del mondo per il comparto delle tecnologie della trasformazione agro-alimentare, sono ospitate infatti le più importanti aziende costruttrici di macchine ed attrezzature per il processo di trasformazione.

Tra i mille espositori nazionali e stranieri presenti, ci sono 20 aziende salernitane che hanno un proprio stand nella manifestazione e fin dal primo giorno sono state letteralmente prese d’assalto pure dalle delegazioni estere in visita al Cibus-tec.

La leadership del know-ouw delle imprese di “casa nostra” è infatti riconosciuta a livello mondiale, nella costruzione di attrezzature e macchine per la trasformazione ed in particolar modo nelle filiere del lattiero-caseario e dell’ortofrutta. L’eccellenza manifatturiera salernitana nel lattiero-caseario vanta un numero di aziende e di addetti di tutto rilievo e dal 1999 è ulteriormente valorizzata grazie al “Salone dell’industria casearia” di Vallo della Lucania. La biennale è presente con un proprio stand istituzionale al meeting di Parma, nel quadro in un’intesa tra le due importanti strutture fieristiche che già da tempo hanno avviato sinergie.

Maggior informazioni


info

<!–

–>