segnalazioni libresche

pulsatilla

Educazione molto poco sentimentale di una ragazzina nata nel Cilento, non in quello da cartolina genere Palinuro o Maratea, ma nei palazzoni di cemento armato poco distanti dalla costa, comunque lontanissimi da qualunque appeal turistico. Valeria Di Napoli, in arte Pulsatilla, dopo la Ballata delle prugne secche (Castelvecchi, oltre trentamila copie vendute), ha scritto un altro libro stavolta per Bompiani che si intitola Giulietta Squeez (pagg. 210, euro 16), storia di famiglie sfasciate e sfasciabili dove il personaggio più positivo è un nano (il Mostro): «alto un barattolo e mezzo, che aveva una faccina smunta piena di grinze come l´E. T. l´extraterrestre e due occhi in perenne panico»;……..


continua


Sono storie di gioventù bruciata del Cilento e dintorni che contemplano pure lidea del suicidio. Ragazzetta nerocrinita, con capelli corti e scarponcini ortopedici, Giuletta si trasforma poi in una prosperosa bellezza. Ma nemmeno questo lappaga. Per lamico gay, che la consola delle sue vere o presunte iatture con un «sei bellissima, pupa», la risposta è lapidaria: «Lo so, infatti appesa a un cappio farò la mia porca figura».

continua


il sito di pulsatilla

<!–

–>

Annunci